Archivi tag: vpn

Attivare VPN per siti specifici su Windows e macOS

Nel caso di utilizzo di servizi tipo Hide My Ass può giungere ad un momento la necessità di attivare VPN per siti specifici, lasciando che il traffico rimanente non sia influenzato dall’instradamento.

È possibile intervenire sui file di configurazione delle singole connessioni per ottenere facilmente questo comportamento.

Gli scenari sono applicati utilizzando un’account Hide My Ass, ma valgono per qualsiasi altro servizio VPN compatibile.

Come attivare VPN per siti specifici

Attivare VPN per siti specifici su Windows

Prima di poter personalizzare le configurazioni, è necessario installare OpenVPN; il software è disponibile all’indirizzo seguente

http://swupdate.openvpn.net/privatetunnel/client/privatetunnel-win-2.8.exe

pertanto la procedura è quella di un setup tradizionale (che include un riavvio in quanto viene aggiunta una interfaccia di rete).

Terminata l’installazione, è necessario raggiungere la cartella che conserva gli script di configurazione *.ovpn per poter modificare quelli oggetto dell’intervento di questo articolo.

Se nel caso di Hide My Ass non è ancora stato utilizzato alcuno script, sul sito sono disponibili gli script di configurazione da poter importare nel vostro setup.

Il triggering che consente l’instradamento verso la VPN per indirizzi specifici è attivato con l’inserimento delle seguenti direttive

route-nopull
route 1.2.3.4

dove al posto di 1.2.3.4 va indicato l’indirizzo IP del server da raggiungere via VPN; la seconda direttiva può essere ripetuta per indicare valori multipli.

Attivare VPN per siti specifici su macOS

In macOS per connettersi a VPN via script si può utilizzare Tunnelblick disponibile all’indirizzo seguente

https://tunnelblick.net/release/Tunnelblick_3.7.0_build_4790.dmg

ed allo stesso modo di OpenVPN c’è un setup completo da effettuare prima di poter connettersi a Hide My Ass. In questo caso i file *.ovpn possono essere gli stessi, ma Tunnelblick li deve prima processare; per reimpostare un file di configurazione, si può trascinare sopra l’icona del programma presente nella barra di stato.

In modo simile a quanto scritto per Windows, anche in macOS vanno inserite le direttive

route-nopull
route 1.2.3.4

e rinfrescate le configurazioni in Tunnelblick.

Se compare l’avviso che l’IP pubblico non cambia

Se il client avvisa che dopo essersi connessi alla VPN l’indirizzo IP pubblico non è cambiato, è “normale”.

Ovvero: l’instradamento è avvenuto solamente verso gli indirizzi IP inclusi nello script. Infatti se possibile effettuare un monitoraggio verso un servizio che si controlla ed inserito nelle direttive, si vedrà che le connessioni provengono effettivamente dall’indirizzo IP del network VPN.